LE NOSTRE BIRRE DI CALABRIA

LE NOSTRE BIRRE DI CALABRIA

LE NOSTRE BIRRE
DI CALABRIA

LE NOSTRE
BIRRE
DI CALABRIA

LE NOSTRE BIRRE
DI CALABRIA
LE NOSTRE
BIRRE
DI CALABRIA
Darkana
Darkana
Si presenta di colore giallo dorato e leggermente velata per la presenza del lievito, con schiuma bianca fine e persistente ed una gasatura delicata. Al naso leggere note di miele dovute al malto e citriche dal luppolo. Leggermente acidula, lascia un piacevole retrogusto maltato e lievemente amaro.
Darkana

STILE: GOLDEN ALE

INGREDIENTI: ACQUA, MALTO D’ORZO E SEGALE, ZUCCHERO, LUPPOLO, LIEVITO.

RIFERMENTATA IN BOTTIGLIA
NON PASTORIZZATA

Come conservare la birra artigianale?
Sicuramente con il giusto mix di regole!
Condizioni ambientali, gestione delle bottiglie e dell’invecchiamento fanno la loro parte.
Ma procediamo con ordine e vediamo quali sono tutti gli accorgimenti e i segreti da seguire!
Consigli per mantenere intatte le caratteristiche della birra
Conservare in maniera ottimale la birra artigianale è una garanzia per continuare ad apprezzarne le caratteristiche nel corso del tempo. Ecco perché è così importante!
Come conservare la birra artigianale: i tre elementi base

La conservazione delle birre artigianali è prima di tutto legata alle loro caratteristiche specifiche, oltre al fatto se la birra scade oppure no. Perché? Si tratta di birre, infatti, non filtrate e non pastorizzate. Per questo motivo diventa di fondamentale importanza la scelta del luogo, che deve essere subordinata a tre
fattori:

  • luce
  • calore
  • umidità.

Questi tre elementi vanno tenuti sempre sotto controllo, dal momento che possono alterare le caratteristiche della nostra birra. La luce diretta è assolutamente dannosa per la birra: le sostanze
contenute dal luppolo – una volta disciolte – diventano fotosensibili, degradandosi rapidamente. Gli sbalzi termici, legati a spostamenti o cambi di collocazione delle bottiglie, sono anch’essi responsabili del deterioramento delle qualità proprie della birra.

Infine, la temperatura è l’altra variabile fondamentale. È necessario che la birra sia esposta a una temperatura stabile. Pertanto le birre a bassa fermentazione sono le più sensibili alla temperatura, e devono quindi essere conservate tenendo in maggior conto la catena del freddo.

Come conservare quindi la nostra birra artigianale?

Evita sempre di esporre le bottiglie e la birra a fonti di luce diretta e a sbalzi di temperatura. Come? Mettendole al riparo da possibili alterazioni del contenuto:

  • sapore
  • odore
  • qualità organolettiche.

La scelta del luogo deve quindi tenere conto di queste caratteristiche, individuando un ambiente fresco e asciutto dove tenere le bottiglie. All’interno del quale, inoltre, non siano presenti odori e profumi particolarmente intensi. Se non è possibile conservare le bottiglie in un luogo fresco e asciutto, come ad esempio una cantina, è preferibile conservarle direttamente in frigo, soprattutto nel periodo estivo.

Anche il posizionamento delle bottiglie stesse ha la sua importanza. In presenza di tappo a corona, la bottiglia va tenuta in posizione verticale. Questo accorgimento si prende in considerazione del fatto che, dentro una bottiglia di birra artigianale, è presente il lievito ancora vivo. Per gustare al meglio la birra artigianale vi consigliamo dei bicchieri idonei, in base allo tipologia di birra che si sta bevendo, privilegiando calici bassi, larghi alla base e più stretti in cima per birre complesse e alcoliche, oppure calici/bicchieri più slanciati per le birre più leggere. È sempre necessario sciacquare sotto l'acqua fredda il bicchiere prima di versare il prodotto, in quanto ciò serve a raffreddare il bicchiere e ad eliminare potenziali residui di detersivo, i quali andrebbero a far velocemente dissolvere la schiuma che protegge la birra dall'ossidazione.

Una volta aperta, va consumata in breve tempo

Un’ultima accortezza importante è che, una volta aperta una bottiglia, è consigliato consumare il contenuto in breve tempo. Ti stai chiedendo perché? Per evitare che la birra si ossidi, rovinando qualità e gusto del prodotto.

HERA

Una bionda non banale che una volta degustata
ti affascina come solo una Dea sa fare.
Darkana
Darkana
Si presenta di colore biondo chiaro e leggermente velata per la presenza del lievito, con schiuma bianca fine ed una gasatura più decisa ma mai fastidiosa. Al naso evidenti note fruttate di banana e pera, gusto acidulo, mediamente corposo e con retrogusto persistente.
Darkana

STILE: HEFEWEIZEN

INGREDIENTI: ACQUA, MALTO D’ORZO, MALTO DI FRUMENTO, ZUCCHERO, LUPPOLO, LIEVITO.

RIFERMENTATA IN BOTTIGLIA
NON PASTORIZZATA

Come conservare la birra artigianale?
Sicuramente con il giusto mix di regole!
Condizioni ambientali, gestione delle bottiglie e dell’invecchiamento fanno la loro parte.
Ma procediamo con ordine e vediamo quali sono tutti gli accorgimenti e i segreti da seguire!
Consigli per mantenere intatte le caratteristiche della birra
Conservare in maniera ottimale la birra artigianale è una garanzia per continuare ad apprezzarne le caratteristiche nel corso del tempo. Ecco perché è così importante!
Come conservare la birra artigianale: i tre elementi base

La conservazione delle birre artigianali è prima di tutto legata alle loro caratteristiche specifiche, oltre al fatto se la birra scade oppure no. Perché? Si tratta di birre, infatti, non filtrate e non pastorizzate. Per questo motivo diventa di fondamentale importanza la scelta del luogo, che deve essere subordinata a tre
fattori:

  • luce
  • calore
  • umidità.

Questi tre elementi vanno tenuti sempre sotto controllo, dal momento che possono alterare le caratteristiche della nostra birra. La luce diretta è assolutamente dannosa per la birra: le sostanze
contenute dal luppolo – una volta disciolte – diventano fotosensibili, degradandosi rapidamente. Gli sbalzi termici, legati a spostamenti o cambi di collocazione delle bottiglie, sono anch’essi responsabili del deterioramento delle qualità proprie della birra.

Infine, la temperatura è l’altra variabile fondamentale. È necessario che la birra sia esposta a una temperatura stabile. Pertanto le birre a bassa fermentazione sono le più sensibili alla temperatura, e devono quindi essere conservate tenendo in maggior conto la catena del freddo.

Come conservare quindi la nostra birra artigianale?

Evita sempre di esporre le bottiglie e la birra a fonti di luce diretta e a sbalzi di temperatura. Come? Mettendole al riparo da possibili alterazioni del contenuto:

  • sapore
  • odore
  • qualità organolettiche.

La scelta del luogo deve quindi tenere conto di queste caratteristiche, individuando un ambiente fresco e asciutto dove tenere le bottiglie. All’interno del quale, inoltre, non siano presenti odori e profumi particolarmente intensi. Se non è possibile conservare le bottiglie in un luogo fresco e asciutto, come ad esempio una cantina, è preferibile conservarle direttamente in frigo, soprattutto nel periodo estivo.

Anche il posizionamento delle bottiglie stesse ha la sua importanza. In presenza di tappo a corona, la bottiglia va tenuta in posizione verticale. Questo accorgimento si prende in considerazione del fatto che, dentro una bottiglia di birra artigianale, è presente il lievito ancora vivo. Per gustare al meglio la birra artigianale vi consigliamo dei bicchieri idonei, in base allo tipologia di birra che si sta bevendo, privilegiando calici bassi, larghi alla base e più stretti in cima per birre complesse e alcoliche, oppure calici/bicchieri più slanciati per le birre più leggere. È sempre necessario sciacquare sotto l'acqua fredda il bicchiere prima di versare il prodotto, in quanto ciò serve a raffreddare il bicchiere e ad eliminare potenziali residui di detersivo, i quali andrebbero a far velocemente dissolvere la schiuma che protegge la birra dall'ossidazione.

Una volta aperta, va consumata in breve tempo

Un’ultima accortezza importante è che, una volta aperta una bottiglia, è consigliato consumare il contenuto in breve tempo. Ti stai chiedendo perché? Per evitare che la birra si ossidi, rovinando qualità e gusto del prodotto.

WHITELADY

Fresca, dolce e profumata: Whitelady
la bianca dal gusto raffinato ed elegante.
Darkana
Darkana
Si presenta di colore nero intenso e leggermente velata per la presenza del lievito, con schiuma nocciola fine ed una gasatura delicata. Al naso sentori di caffè e cioccolato fondente e leggere note affumicate. In bocca gusto di caffè, cioccolato fondente, leggero acidulo dovuto alla segale e retrogusto affumicato.
Darkana

STILE: ROBUST PORTER

INGREDIENTI: ACQUA, MALTO D’ORZO E SEGALE, ZUCCHERO, LUPPOLO, LIEVITO.

RIFERMENTATA IN BOTTIGLIA
NON PASTORIZZATA

Come conservare la birra artigianale?
Sicuramente con il giusto mix di regole!
Condizioni ambientali, gestione delle bottiglie e dell’invecchiamento fanno la loro parte.
Ma procediamo con ordine e vediamo quali sono tutti gli accorgimenti e i segreti da seguire!
Consigli per mantenere intatte le caratteristiche della birra
Conservare in maniera ottimale la birra artigianale è una garanzia per continuare ad apprezzarne le caratteristiche nel corso del tempo. Ecco perché è così importante!
Come conservare la birra artigianale: i tre elementi base

La conservazione delle birre artigianali è prima di tutto legata alle loro caratteristiche specifiche, oltre al fatto se la birra scade oppure no. Perché? Si tratta di birre, infatti, non filtrate e non pastorizzate. Per questo motivo diventa di fondamentale importanza la scelta del luogo, che deve essere subordinata a tre
fattori:

  • luce
  • calore
  • umidità.

Questi tre elementi vanno tenuti sempre sotto controllo, dal momento che possono alterare le caratteristiche della nostra birra. La luce diretta è assolutamente dannosa per la birra: le sostanze
contenute dal luppolo – una volta disciolte – diventano fotosensibili, degradandosi rapidamente. Gli sbalzi termici, legati a spostamenti o cambi di collocazione delle bottiglie, sono anch’essi responsabili del deterioramento delle qualità proprie della birra.

Infine, la temperatura è l’altra variabile fondamentale. È necessario che la birra sia esposta a una temperatura stabile. Pertanto le birre a bassa fermentazione sono le più sensibili alla temperatura, e devono quindi essere conservate tenendo in maggior conto la catena del freddo.

Come conservare quindi la nostra birra artigianale?

Evita sempre di esporre le bottiglie e la birra a fonti di luce diretta e a sbalzi di temperatura. Come? Mettendole al riparo da possibili alterazioni del contenuto:

  • sapore
  • odore
  • qualità organolettiche.

La scelta del luogo deve quindi tenere conto di queste caratteristiche, individuando un ambiente fresco e asciutto dove tenere le bottiglie. All’interno del quale, inoltre, non siano presenti odori e profumi particolarmente intensi. Se non è possibile conservare le bottiglie in un luogo fresco e asciutto, come ad esempio una cantina, è preferibile conservarle direttamente in frigo, soprattutto nel periodo estivo.

Anche il posizionamento delle bottiglie stesse ha la sua importanza. In presenza di tappo a corona, la bottiglia va tenuta in posizione verticale. Questo accorgimento si prende in considerazione del fatto che, dentro una bottiglia di birra artigianale, è presente il lievito ancora vivo. Per gustare al meglio la birra artigianale vi consigliamo dei bicchieri idonei, in base allo tipologia di birra che si sta bevendo, privilegiando calici bassi, larghi alla base e più stretti in cima per birre complesse e alcoliche, oppure calici/bicchieri più slanciati per le birre più leggere. È sempre necessario sciacquare sotto l'acqua fredda il bicchiere prima di versare il prodotto, in quanto ciò serve a raffreddare il bicchiere e ad eliminare potenziali residui di detersivo, i quali andrebbero a far velocemente dissolvere la schiuma che protegge la birra dall'ossidazione.

Una volta aperta, va consumata in breve tempo

Un’ultima accortezza importante è che, una volta aperta una bottiglia, è consigliato consumare il contenuto in breve tempo. Ti stai chiedendo perché? Per evitare che la birra si ossidi, rovinando qualità e gusto del prodotto.

DARKANA

È scura. È arcana fino a quando non la bevi…
Darkana
Darkana
Si presenta di colore ambrato e leggermente velata per la presenza di lievito, con schiuma bianca fine ed una gasatura delicata. Al naso evidenti note speziate e fruttate. Gusto maltato e moderatamente amaricato, corposo e con retrogusto persistente.
Darkana

STILE: BELGIAN ALE

INGREDIENTI: ACQUA, MALTO D’ORZO, MALTO DI FRUMENTO, ZUCCHERO, LUPPOLO, LIEVITO.

RIFERMENTATA IN BOTTIGLIA
NON PASTORIZZATA

Come conservare la birra artigianale?
Sicuramente con il giusto mix di regole!
Condizioni ambientali, gestione delle bottiglie e dell’invecchiamento fanno la loro parte.
Ma procediamo con ordine e vediamo quali sono tutti gli accorgimenti e i segreti da seguire!
Consigli per mantenere intatte le caratteristiche della birra
Conservare in maniera ottimale la birra artigianale è una garanzia per continuare ad apprezzarne le caratteristiche nel corso del tempo. Ecco perché è così importante!
Come conservare la birra artigianale: i tre elementi base

La conservazione delle birre artigianali è prima di tutto legata alle loro caratteristiche specifiche, oltre al fatto se la birra scade oppure no. Perché? Si tratta di birre, infatti, non filtrate e non pastorizzate. Per questo motivo diventa di fondamentale importanza la scelta del luogo, che deve essere subordinata a tre
fattori:

  • luce
  • calore
  • umidità.

Questi tre elementi vanno tenuti sempre sotto controllo, dal momento che possono alterare le caratteristiche della nostra birra. La luce diretta è assolutamente dannosa per la birra: le sostanze
contenute dal luppolo – una volta disciolte – diventano fotosensibili, degradandosi rapidamente. Gli sbalzi termici, legati a spostamenti o cambi di collocazione delle bottiglie, sono anch’essi responsabili del deterioramento delle qualità proprie della birra.

Infine, la temperatura è l’altra variabile fondamentale. È necessario che la birra sia esposta a una temperatura stabile. Pertanto le birre a bassa fermentazione sono le più sensibili alla temperatura, e devono quindi essere conservate tenendo in maggior conto la catena del freddo.

Come conservare quindi la nostra birra artigianale?

Evita sempre di esporre le bottiglie e la birra a fonti di luce diretta e a sbalzi di temperatura. Come? Mettendole al riparo da possibili alterazioni del contenuto:

  • sapore
  • odore
  • qualità organolettiche.

La scelta del luogo deve quindi tenere conto di queste caratteristiche, individuando un ambiente fresco e asciutto dove tenere le bottiglie. All’interno del quale, inoltre, non siano presenti odori e profumi particolarmente intensi. Se non è possibile conservare le bottiglie in un luogo fresco e asciutto, come ad esempio una cantina, è preferibile conservarle direttamente in frigo, soprattutto nel periodo estivo.

Anche il posizionamento delle bottiglie stesse ha la sua importanza. In presenza di tappo a corona, la bottiglia va tenuta in posizione verticale. Questo accorgimento si prende in considerazione del fatto che, dentro una bottiglia di birra artigianale, è presente il lievito ancora vivo. Per gustare al meglio la birra artigianale vi consigliamo dei bicchieri idonei, in base allo tipologia di birra che si sta bevendo, privilegiando calici bassi, larghi alla base e più stretti in cima per birre complesse e alcoliche, oppure calici/bicchieri più slanciati per le birre più leggere. È sempre necessario sciacquare sotto l'acqua fredda il bicchiere prima di versare il prodotto, in quanto ciò serve a raffreddare il bicchiere e ad eliminare potenziali residui di detersivo, i quali andrebbero a far velocemente dissolvere la schiuma che protegge la birra dall'ossidazione.

Una volta aperta, va consumata in breve tempo

Un’ultima accortezza importante è che, una volta aperta una bottiglia, è consigliato consumare il contenuto in breve tempo. Ti stai chiedendo perché? Per evitare che la birra si ossidi, rovinando qualità e gusto del prodotto.

1059

Ambrata, aromatica e corposa: una birra decisa adatta a tutti.
Darkana
Darkana
Si presenta leggermente velata per la presenza del lievito, con schiuma bianca fine ed una gasatura delicata.Al naso intensa frutta tropicale e sentori di pesca. In bocca, amaro deciso ma non prevaricante del luppolo, leggermente acidula e corpo avvolgente.
Darkana

STILE: RYE & RICE APA

INGREDIENTI: ACQUA, MALTO D’ORZO E DI SEGALE, RISO VENERE NERO (COLTIVATO IN CALABRIA), ZUCCHERO, LUPPOLO, LIEVITO.

RIFERMENTATA IN BOTTIGLIA
NON PASTORIZZATA

Come conservare la birra artigianale?
Sicuramente con il giusto mix di regole!
Condizioni ambientali, gestione delle bottiglie e dell’invecchiamento fanno la loro parte.
Ma procediamo con ordine e vediamo quali sono tutti gli accorgimenti e i segreti da seguire!
Consigli per mantenere intatte le caratteristiche della birra
Conservare in maniera ottimale la birra artigianale è una garanzia per continuare ad apprezzarne le caratteristiche nel corso del tempo. Ecco perché è così importante!
Come conservare la birra artigianale: i tre elementi base

La conservazione delle birre artigianali è prima di tutto legata alle loro caratteristiche specifiche, oltre al fatto se la birra scade oppure no. Perché? Si tratta di birre, infatti, non filtrate e non pastorizzate. Per questo motivo diventa di fondamentale importanza la scelta del luogo, che deve essere subordinata a tre
fattori:

  • luce
  • calore
  • umidità.

Questi tre elementi vanno tenuti sempre sotto controllo, dal momento che possono alterare le caratteristiche della nostra birra. La luce diretta è assolutamente dannosa per la birra: le sostanze
contenute dal luppolo – una volta disciolte – diventano fotosensibili, degradandosi rapidamente. Gli sbalzi termici, legati a spostamenti o cambi di collocazione delle bottiglie, sono anch’essi responsabili del deterioramento delle qualità proprie della birra.

Infine, la temperatura è l’altra variabile fondamentale. È necessario che la birra sia esposta a una temperatura stabile. Pertanto le birre a bassa fermentazione sono le più sensibili alla temperatura, e devono quindi essere conservate tenendo in maggior conto la catena del freddo.

Come conservare quindi la nostra birra artigianale?

Evita sempre di esporre le bottiglie e la birra a fonti di luce diretta e a sbalzi di temperatura. Come? Mettendole al riparo da possibili alterazioni del contenuto:

  • sapore
  • odore
  • qualità organolettiche.

La scelta del luogo deve quindi tenere conto di queste caratteristiche, individuando un ambiente fresco e asciutto dove tenere le bottiglie. All’interno del quale, inoltre, non siano presenti odori e profumi particolarmente intensi. Se non è possibile conservare le bottiglie in un luogo fresco e asciutto, come ad esempio una cantina, è preferibile conservarle direttamente in frigo, soprattutto nel periodo estivo.

Anche il posizionamento delle bottiglie stesse ha la sua importanza. In presenza di tappo a corona, la bottiglia va tenuta in posizione verticale. Questo accorgimento si prende in considerazione del fatto che, dentro una bottiglia di birra artigianale, è presente il lievito ancora vivo. Per gustare al meglio la birra artigianale vi consigliamo dei bicchieri idonei, in base allo tipologia di birra che si sta bevendo, privilegiando calici bassi, larghi alla base e più stretti in cima per birre complesse e alcoliche, oppure calici/bicchieri più slanciati per le birre più leggere. È sempre necessario sciacquare sotto l'acqua fredda il bicchiere prima di versare il prodotto, in quanto ciò serve a raffreddare il bicchiere e ad eliminare potenziali residui di detersivo, i quali andrebbero a far velocemente dissolvere la schiuma che protegge la birra dall'ossidazione.

Una volta aperta, va consumata in breve tempo

Un’ultima accortezza importante è che, una volta aperta una bottiglia, è consigliato consumare il contenuto in breve tempo. Ti stai chiedendo perché? Per evitare che la birra si ossidi, rovinando qualità e gusto del prodotto.

HOPPY VENUS

Luppolatura aromatica decisa, amaro ben bilanciato, riso venere nero:
insomma una birra complessa che sa farsi amare.
Darkana
Darkana
Si presenta di colore rosso rubino e leggermente velata per la presenza del lievito, con schiuma nocciola fine ed una gasatura delicata. Al naso aroma dolce di caramello, frutta sotto spirito e spezie grazie al lavoro del lievito. in bocca gusto di malto e caramello, corposa e con retrogusto persistente.
Darkana

STILE: BELGIAN DARK STRONG ALE

INGREDIENTI: ACQUA, MALTO D’ORZO, ZUCCHERO, LUPPOLO, LIEVITO.

RIFERMENTATA IN BOTTIGLIA
NON PASTORIZZATA

Come conservare la birra artigianale?
Sicuramente con il giusto mix di regole!
Condizioni ambientali, gestione delle bottiglie e dell’invecchiamento fanno la loro parte.
Ma procediamo con ordine e vediamo quali sono tutti gli accorgimenti e i segreti da seguire!
Consigli per mantenere intatte le caratteristiche della birra
Conservare in maniera ottimale la birra artigianale è una garanzia per continuare ad apprezzarne le caratteristiche nel corso del tempo. Ecco perché è così importante!
Come conservare la birra artigianale: i tre elementi base

La conservazione delle birre artigianali è prima di tutto legata alle loro caratteristiche specifiche, oltre al fatto se la birra scade oppure no. Perché? Si tratta di birre, infatti, non filtrate e non pastorizzate. Per questo motivo diventa di fondamentale importanza la scelta del luogo, che deve essere subordinata a tre
fattori:

  • luce
  • calore
  • umidità.

Questi tre elementi vanno tenuti sempre sotto controllo, dal momento che possono alterare le caratteristiche della nostra birra. La luce diretta è assolutamente dannosa per la birra: le sostanze
contenute dal luppolo – una volta disciolte – diventano fotosensibili, degradandosi rapidamente. Gli sbalzi termici, legati a spostamenti o cambi di collocazione delle bottiglie, sono anch’essi responsabili del deterioramento delle qualità proprie della birra.

Infine, la temperatura è l’altra variabile fondamentale. È necessario che la birra sia esposta a una temperatura stabile. Pertanto le birre a bassa fermentazione sono le più sensibili alla temperatura, e devono quindi essere conservate tenendo in maggior conto la catena del freddo.

Come conservare quindi la nostra birra artigianale?

Evita sempre di esporre le bottiglie e la birra a fonti di luce diretta e a sbalzi di temperatura. Come? Mettendole al riparo da possibili alterazioni del contenuto:

  • sapore
  • odore
  • qualità organolettiche.

La scelta del luogo deve quindi tenere conto di queste caratteristiche, individuando un ambiente fresco e asciutto dove tenere le bottiglie. All’interno del quale, inoltre, non siano presenti odori e profumi particolarmente intensi. Se non è possibile conservare le bottiglie in un luogo fresco e asciutto, come ad esempio una cantina, è preferibile conservarle direttamente in frigo, soprattutto nel periodo estivo.

Anche il posizionamento delle bottiglie stesse ha la sua importanza. In presenza di tappo a corona, la bottiglia va tenuta in posizione verticale. Questo accorgimento si prende in considerazione del fatto che, dentro una bottiglia di birra artigianale, è presente il lievito ancora vivo. Per gustare al meglio la birra artigianale vi consigliamo dei bicchieri idonei, in base allo tipologia di birra che si sta bevendo, privilegiando calici bassi, larghi alla base e più stretti in cima per birre complesse e alcoliche, oppure calici/bicchieri più slanciati per le birre più leggere. È sempre necessario sciacquare sotto l'acqua fredda il bicchiere prima di versare il prodotto, in quanto ciò serve a raffreddare il bicchiere e ad eliminare potenziali residui di detersivo, i quali andrebbero a far velocemente dissolvere la schiuma che protegge la birra dall'ossidazione.

Una volta aperta, va consumata in breve tempo

Un’ultima accortezza importante è che, una volta aperta una bottiglia, è consigliato consumare il contenuto in breve tempo. Ti stai chiedendo perché? Per evitare che la birra si ossidi, rovinando qualità e gusto del prodotto.

SYMPHONY

Una miscela di malti sapientemente orchestrati
si rivelano una perfetta sinfonia per i sensi.

RESTIAMO IN CONTATTO

RESTIAMO IN CONTATTO

Benvenuto in Birra Gladium

Hai già compiuto 18 anni?

× Ordina con Whatsapp!